| News

È arrivato l’annuncio, da parte di Novartis, dell’avvenuta approvazione del farmaco Mayzent (Siponimod) da parte della Commissione Europea (CE).

Il farmaco è indicato per il trattamento della sclerosi multipla secondariamente progressiva (SMSP) nei soggetti adulti.

L’obiettivo del farmaco è quello di ritardare la progressione della sclerosi multipla recidivante-remittente (SMRR) nella forma SMSP4, che riguarderebbe l’80% dei casi.

Mayzent è, ad oggi, l’unico trattamento orale, con efficacia dimostrata, capace di ritardare la progressione della SMRR.

A metà del 2018 la Food and Drug Administration (FDA) aveva già approvato l’entrata in commercio, negli Stati Uniti, della molecola Siponimod, a seguito di una fase di studio lunga ed accurata.

Dei dettagli dello studio ne abbiamo già parlato, se te lo sei perso leggi pure il nostro articolo a riguardo.

Cosa dicono gli esperti?

Avevamo annunciato, qualche tempo fa, che, con ogni probabilità, l’approvazione in Europa della molecola Siponimod avrebbe fatto seguito all’approvazione da parte della FDA.

Ad un anno e mezzo di distanza, finalmente ci siamo!

Siamo molto lieti di apprendere che da oggi esiste in Europa un nuovo trattamento per chi presenta forme attive di SMSP, potenzialmente in grado di ritardare la progressione di questa malattia invalidante. Questo trattamento fa sperare in un miglioramento delle cure e della qualità di vita per pazienti i cui bisogni sono stati a lungo insoddisfatti.” [fonte: RomaDailyNews]

Queste sono state le parole di Pedro Carrascal, presidente della Piattaforma Europea per la SM.

Anche Max Bricchi, responsabile globale della divisione Neuroscienze di Novartis Pharmaceuticals, ha voluto esprimere il suo entusiasmo per l’avvenuta approvazione del farmaco.

Essendo l’unica terapia orale approvata per le persone con SMSP attiva, siamo molto lieti dell’approvazione europea di Siponimod, che cambierà il modo di parlare di SM progressiva e amplierà le possibilità per pazienti e caregiver. Per le persone affette da sclerosi multipla è estremamente importante ritardare la progressione della disabilità, in modo da poter vivere più a lungo in modo autonomo; e la decisione di oggi dà a queste persone la possibilità di raggiungere questo obiettivo. Siamo profondamente impegnati nella nostra mission di reimmaginare la medicina e offrire un futuro migliore alle persone che soffrono di gravi malattie progressive, come la SM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *